LA MIACCIA 

Nelle nostre proposte abbiamo inserito la Miaccia, un' antichissimo pane Walser, come d' incanto ci spostiamo in una bellissima valle, la Val Sesia, ai piedi di uno splendido monte Rosa. I Walser sono i discendenti di un popolo “alemanno” , penetrato nell'Alto Medioevo a ridosso delle Alpi centrale.
Acclimatati alle grandi altitudini nell'Alto Vercellese ( da cui derivano il nome, come contrazione 
di “ Wal (li) ser”). Oggi le miacce si preparano con una moderna farina tipo” 00”, noi cerchiamo di riprodurre la ricetta più originale possibile, usando frumenti in uso nel Medioevo, grano saraceno, miglio, granoturco, ci siamo però presi una piccola libertà...., la miaccia è rotondeggiante, di circa 15 centimetri di diametro, con i due dischi che vengono sovrapposti e farciti nel mezzo. La nostra forma ricorda quella della miassa Biellese, più adatta al consumo informale di oggi, in piedi e magari guardando una vetrina, correndo verso l'ufficio o verso la fermata del bus.

A partire dal cinquecento le citazioni sulle miacce “ milljantscha” in dialetto Walser divengono frequenti nell'inventario dei beni. In un testamento di Giovanni Francesco di Vogna redatto da un notaio Val Sesiano nel 1548 sono citate...........” brandinalem unum cum ferro uno a migliatio et nevarolam unam ferri”.

 

LE NOSTRE RICETTE

 

Prosciutto cotto, funghi, formaggio.
Ai formaggi.
Prosciutto cotto, formaggio, pomodoro.
Pancetta, formaggio.
Prosciutto crudo, formaggio.
Prosciutto cotto, formaggio.
Speck, formaggio, pomodoro.
Speck, formaggio, crema di peperoni.

GOFRERIA PIEMONTEISA   Via San Tommaso, 7 Torino - P.I. 08429200010